CDC event “Ana in Wonderland” in DolceVita, Ein Prosit blog and NeDelo

 

Erbe in miniatura.

Pubblicato il 18 novembre 2010 da admin

Il post è a cura di Paolo Ianna, coordinatore per il FVG della Guida ViniBuoni d’Italia edita dal Touring Club, collaboratore di Ein Prosit.

Erbe in miniatura. L’achitettura aromatica di Koppert Cress.

Qualche giorno fa, al Castello di Lubiana, in Slovenia, ho partecipato ad una cena a tema in cui il filo conduttore era l’uso delle mini verdure in cucina , o meglio, poichè la Chef è Ana Roš l’uso delle mini verdure nell’”alta cucina”.L’evento è stato creato e realizzato con grande successo da Andreja Lajh  fondatrice e anima di Carpe Diem Club per presentare ai giornalisti enogastronomici e  ai  grandi Chef della Slovenia i capolavori verdi della Koppert Cress.

La definizione mini verdure sta un po’ stretta ad un vero e proprio universo di proposte messe a disposizione della gastronomia da parte dell’azienda olandese Koppert Cress che definisce il proprio operare “Architettura Aromatica”. Le minute erbe di ogni genere e provenienza sono contenute in confezioni di piccole dimensioni che raccolte in una cassetta sembrano formare un patch work di colori che vanno dal verde brillante del mini basilico al rosso intenso di germogli che hanno un intenso profumo di barbabietola rossa. Ma la suggestione non si ferma agli stupendi colori e i loro profumi e i sapori vengono messi in evidenza senza forzature andando a completare con la fine nota aromatica e cromatica le opere d’arte create dalla sensibilità culinaria di Ana. e

Il Signor Enrico Zallot, che rappresenta la Koppert Cress ci tiene a precisare che la produzione di questi micro capolavori avviene seguendo metodi di coltivazione socialmente responsabili e conformi agli standards igienici per un uso culinario. Ana Roš ci ha deliziati cominciando con lingua di manzo affumicata guarnita dalla propria gelatina, gocce di bieta rossa cruda, gelato di olio di semi di zucca, tartufo e completato da uno speziato bouquet Koppert Cress ( foglioline di senape, crescione rosso e daikon). Il vino servito è una Ribolla di forte identità la “Primario” 2004 di Kramar. Si prosegue con un piatto di non comune ricchezza cromatica: baccalà in bianco su fagioli neri e zuppa di ostriche, Kaviar Beluga Adriatic, succo d’ostrica. Il vino servito è un finissimo Pinot Grigio 2007 di Edi Simčič.

Segue la capasanta al pepe lungo in chips di pane di segale, spuma di crema di cavolfiore e nocciola , Tahoma Cress. Il vino srevito è un elegante “ Triton Lex” 2007 (Sauvignon, Ribolla e Chardonnay) di Edi Simčič.

Continuiamo con un trancio di branzino di Pirano cotto con fetta di porcino e timo al limone, presentato con emulsione di fagioli verdi e pistacchio, maionese di dashi e insalatine di mare. Il vino servito è il cru di grande personalità ed equilibrio “ Kozana” (Chardonnay) di Edi Simčič.

Segue un appetitoso piatto di carne: maialino croccante su salsa di erbe balsamiche Koppert Cress. Il vino servito è un Merlot di carattere, il “ Garanza “ 2004 di Kramar.

E dulcis in fundo, un indimenticabile millefoglie al burro di montagna con mandarino, cachi , foglioline verdi, vaniglia ed un bellissimo, colorato petalo di Karma . Una serata in una cornice di grande suggestione, una ineguagliabile artista in cucina, grandi vini del Collio sloveno e una grande varietà di piccole erbe a creare una atmosfera di colorata armonia.

Paolo Ianna

Link to the original: http://blog.einprosit.org/?p=207

 

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: